Appuntamenti

La Mostra si arricchisce per l’ultimo mese di apertura, di tre appuntamenti, pensati apposta per portare all’apice la fruizione di questi scatti in una dimensione completamente altra, saranno ospiti della mostra all’interno del Grand Hotel:

lunedì 14 Settembre 2015 ore 21:00 – la poetessa Sabrina Foschini

Sabrina Foschini

 

LENTĒ sposa la poesia all’interno della mostra fotografica al Grand Hotel di Rimini in una atmosfera buia, illuminata solo da lume di candele che verranno consegnate ai partecipanti,  si potrà visitare la mostra con l’autore Giorgio Salvatori, accompagnata da Sabrina Foschini che leggerà alcuni brani tratti dal suo libro “terramare” di Raffaelli editore 2011.

SABRINA FOSCHINI – artista, poetessa e critica d’arte riminese, ha pubblicato nel 2001 la silloge in versi Andare per il sottile per I quaderni del Battello Ebbro (BO). Per Raffaelli Editore (RN), sono usciti nel 2002, la raccolta di poesia Il paragone col mare ed il poemetto Inno del corpo ricostruito e nel 2006 Ragioni della sete. Con le Edizioni Medusa (MI), nel 2002 ha pubblicato il libretto per bambini Nove gatti e nel 2003 Due mani di colore, libro di racconti sull’arte, realizzato insieme a Paola Turroni. Nel 2007 ha inciso insieme al cantante John De Leo il brano poetico Foglie d’acqua, incluso nel cd: luoghipersonecose, della rassegna Selvatico. Nel 2011 è uscito Terramare sempre per Raffaelli, mentre nel 2012 per Moretti & Vitali (Bergamo) ha pubblicato Voce del verbo, finalista al premio nazionale Caput Gauri di Ferrara.Nel 2015 ha curato sempre per Raffaelli, la traduzione del libro di Verónica Jiménez : L’amore non ha niente a che fare con l’amore.

 

“Seguivamo dalla finestra la caduta della neve. Accompagnavamo a terra ogni fiocco come a fargli forza, dargli il coraggio di attecchire. Avremmo riparato i colpi e predisposto il terreno perché il teatro bianco dei nostri giochi si apparecchiasse per il pomeriggio. Sognavamo palle in faccia e pupazzi tirati su, senza fatica “

“Sulla spiaggia d’inverno la neve era più vasta e quasi inattaccabile dalle pedate; era un libro bianco poggiato sul dorso, scompaginato per i nostri dialoghi di passi. Avevamo rotolato delle palle di ghiaccio spolverate di sabbia nell’ultimo giro, e messo in piedi un pupazzo di tutto riguardo. Poi quello sconosciuto ci aveva chiesto di posare davanti al nostro fantoccio bianco e tutte noi avevamo sorriso insicure nella stessa direzione, per quella fotografia che non avremmo visto mai”

 – terramare, Raffaelli Editore 2011 –

 

martedì 22 Settembre 2015 ore 21:00 – il musicista Antonio Coatti

antonio coatti

Lo strumentista e compositore riminese Antonio Coatti accompagnerà la visita della mostra fotografica con il suono delle conchiglie, sarà presente anche l’autore delle opere, il fotografo Giorgio Salvatori.

ANTONIO COATTI – attraversa come strumentista e compositore campi musicali ed artistici diversi (dal jazz alla sperimentazione di matrice rock, all’improvvisazione radicale, alla musica per il teatro, alla sonorizzazione di film muti, alla musica per il cinema, alla musica antica e alla rielaborazione di musiche etniche di varia provenienza). Ha suonato, tra gli altri, con Misha Mengelberg, Michel Godard, Tony Coe, Chris Cutler, Phil Minton, Wolter Wierbos, Tristan Honsinger, Alvin Curran, Eugenio Colombo, Gianni Gebbia; è presente in 32 cd di varie etichette discografiche ed ha pubblicato tre cd a suo nome basati sulla sua ricerca compositiva sul suono arcaico delle conchiglie.

 

 

giovedì 1 Ottobre 2015 ore 21:00 – il pittore Alessandro La Motta

 

L’artista riminese Alessandro La Motta interpreterà su tela l’immagine di copertina della Mostra Fotografica Lentē

ALESSANDRO LA MOTTA – nato a Rimini vive e lavora tra la Romagna e la Sicilia.
Ha esposto con sue mostre personali in Cina, Israele, Belgio, Stati Uniti, Spagna oltre che nelle principali gallerie italiane. E’ stato invitato a numerose rassegne e premi, nel 2011 ha partecipato alla 54a Biennale di Venezia per il Padiglione Italia nella sezione dell’Emilia Romagna. Ha collaborato con poeti e scrittori e realizzato libri d’artista e dato vita a scenografie per spettacoli teatrali. Da anni va cercando attraverso i miti e la bellezza del mondo classico, l’identità mediterranea. Il suo lavoro recente è stato esposto in musei archeologici e in istituzioni pubbliche.

 

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI